Venerdì 31 marzo ore ore 21.00
Teatro Goldoni




Venerdì 24 marzo ore ore 21.00
Teatro Solvay




Domenica 2 aprile ore 17.00
Teatro Solvay




I CONCERTI DELL'ISSM P. MASCAGNI
IN FORTEZZA VECCHIA

In collaborazione con l'Autorità Portuale di Livorno
e il Comune di Livorno













Sabato 18 giugno 2016 ore 21.00 Sala Canaviglia – Fortezza Vecchia

Max Reger (1873-1916) 


Vier Kirchegesänge
Treuer Heiland, Gehe hin in deine Kammer, Lass mich dein sein und bleiben, 
Tretet her zum Tisch des Herrn

Anton Bruckner (1824-1896)
Tantum ergo 
Locus Iste
Pange lingua
Christus factus est WAB 11

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Alma Dei Creatoris KV 277 Solisti Erica Alberini, Sara Ciucci

Sancta Maria Mater Dei KV 273

Ave verum corpus KV 618

Offertorium pro festo Sancti Joannis Baptistae KV 72

Coro e gruppo orchestrale dell'ISSM P. Mascagni
Direttore, Gabriele Micheli


Martedì 21 giugno 2016 ore 21.00 
Fortezza Vecchia

T. Susato "Susato Suite"
Quattro Danze: La Mourisque, Bransle Quatre Bransles, Ronde, Basse Danse Bergeret
J.S. Bach Corale "Gelobet Sei Der Herr Mein Gott"
A. Khatchatourian "Danza Delle Spade"
Anonimo Tradizionale "Londonderry Air"  arr. John Iveson
C. Hazel  "MR. Jums" , "Kraken"
N. Rota  "Il Padrino"
R. Strauss, M. Jarre, J. Williams "Fantasia Avventura"
Zarathustra, Lawrence D'Arabia, Star Wars, Indiana Jones
G. Gershwin "Medley"
H. Zimmer "The muppet Show Theme"

Ensemble di ottoni dell’ISSM “P. Mascagni”

***

G. Holst, Suite in F op. 28 n. 2 for Military Band
March, Song without words “I’ll love my love”, Song of the Blacksmith, Fantasia on the “Dargason”

Orchestra di fiati dell’ISSM P. Mascagni
Direttore, Lorenzo Sbaffi


 
L’Orchestra Toscana dei Conservatori in tournée a Siena, Lucca e Livorno


Un imponente organico di giovani e giovanissimi
strumentisti e artisti del coro delle quattro Istituzioni della nostra regione


Il primo concerto sabato 23 a Siena

 

 

Sono un’ottantina di giovani e giovanissimi strumentisti - cui si aggiungono altrettanti coristi affiancati anche dalla Corale Pisana -cresciuti nei Conservatori toscani di Firenze, Livorno, Lucca e Siena, a formare l’organico dell’Orchestra Toscana dei Conservatori, frutto della feconda collaborazione tra le quattro scuole di alta formazione artistica e musicale della nostra regione.

Impegnati a Livorno, all’Istituto Mascagni, nelle prove del prossimo concerto, debutteranno sabato 23 alle 21:15 nella splendida cornice del Duomo di Siena, per replicare venerdì 29 aprile alle 21:00 a Lucca nella Chiesa di San Francesco, concludendo domenica 15 maggio alle 21:00 nel Duomo di Livorno, con il grande concerto che s’inserisce nel novero delle manifestazioni in onore della Patrona Santa Giulia.

L’Orchestra nasce come progetto comune delle scuole toscane - il Cherubini di Firenze, il Mascagni di Livorno, il Boccherini di Lucca e il Franci di Siena - che rispondono con un grande progetto di Polo Toscano ai problemi che la crisi diffusa apre anche dell’ambito dell’istruzione e dell’alta formazione mettendo in sinergia capacità di progetto e risorse.

Dunque la giovane Orchestra Toscana dei Conservatori è allo steso tempo palestra professionale, strumento di produzione artistica culturale e esemplare pratica di ottimizzazione delle risorse.

Il programma del concerto prevede l’esecuzione del Requiem in do minore (1816) di Luigi Cherubini (1760-1842), compositore fiorentino molto conosciuto e apprezzato in Europa. Beethoven lo stimò più di qualunque altro autore contemporaneo, ammirato, tra l’altro, della sua particolarissima padronanza del contrappunto.

Scritto dopo la Restaurazione per commemorare la morte di Luigi XVI, il Requiem in do minore fu nuovamente eseguito proprio in occasione dei funerali di Beethoven nel 1827.

Insieme con il Requiem di Cherubini, l’orchestra Toscana dei Conservatori esegue, a Lucca, una sinfonia di Luigi Boccherini(1743-1842), cui è intitolato il Conservatorio lucchese, mentre a Livorno il programma è integrato dall’Intermezzo di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni

 

Sabato 23 aprile 2016 ore 21.15 
Duomo di Siena 
L. Cherubini, Requiem in do minore per coro e orchestra


Venerdì 29 aprile 2016 ore 21.00 
Chiesa di San Francesco di Lucca
L. Boccherini, Sinfonia in re maggiore
L. Cherubini, Requiem in do minore per coro e orchestra


Domenica 15 maggio 2016 ore 21.00 
Duomo di Livorno
Nell’ambito delle manifestazioni di “Santa Giulia”
P. Mascagni, Intermezzo da Cavalleria Rusticana
L. Cherubini, Requiem in do minore per coro e orchestra


OTC – Orchestra dei Quattro Conservatori Toscani Riuniti
Istituto Superiore di Studi Musicali “Pietro Mascagni” di Livorno
Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze
Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca
Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena


Coro dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” di Siena
Coro dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Luigi Boccherini” di Lucca
Società Corale Pisana

Direttore
Gianpaolo Mazzoli

Maestri del Coro
Antonio Morelli, Sara Matteucci, Stefano Cencetti


Ingresso libero





   

Zanetto e Cavalleria rusticana al Goldoni

La ripresa della produzione 2011, in collaborazione fra Teatro e ISSM "Pietro Mascagni"


 
 
Un importante esempio di sinergia e collaborazione tra Conservatorio e Teatro, la ripresa dell’edizione del 2011 di Cavalleria rusticana è all’insegna del nuovo e dei giovani.
Tutti giovani gli artisti dei due cast e tutti che provengono dal Laboratorio Lirico del Goldoni, che quest’anno è stato tenuto da Fiorenza Cedolins, interprete di fama mondiale, che ha condotto gli allievi lungo un percorso di interpretazione degli spartiti mascagnani di Cavalleria e di Zanetto.

Giovane è anche l’orchestra, formata dai migliori alunni del Mascagni insieme con alcuni giovani musicisti del Cherubini di Firenze, affiancati nei ruoli di spalla e prime parti dai docenti del Conservatorio livornese.

“L’Orchestra Giovanile del Mascagni, precisa Stefano Guidi, direttore dell’Istituto, è il frutto di un lungo lavoro che ha impegnato tutti i docenti, ciascuno dei quali ha curato la costruzione della sezione del proprio strumento.”
Si è creato così un vero e proprio laboratorio professionalizzante e grazie a questo lavoro si è poi passati ad assemblare le sezioni a formare l’intero organico.
Oltre 66 elementi, in collaborazione con il Cherubini di Firenze, che integra la formazione con alcuni suoi giovani strumentisti, “con il quale – rammenta Guidi – sono in continua crescita le occasioni e i progetti in sinergia”.

E nel corso delle prove, il M° Valerio Galli – giovane anche lui, ma già affermato direttore d’orchestra – ha potuto apprezzare l’ottimo livello professionale e artistico della giovane compagine.

“Anche questa è un’occasione formativa importante per i ragazzi”, precisa il direttore del Mascagni. “Siedono allo stesso leggio e in sezione con il loro maestro che è, così, per loro specchio vivo della professione che li aspetta in un futuro già molto vicino e si misurano su un terreno che chiede loro una compiuta dimensione di professionisti della musica. Io stesso, nel corso delle prove, sono rimasto profondamente colpito dal livello artistico che questi nostri ragazzi hanno saputo esprimere ed ho potuto constatare come, pur giovanissima, l’Orchestra del Mascagni può vantare davvero un già alto profilo professionale”.

L’Orchestra Giovanile del Mascagni è anche lo strumento con il quale l’Istituto avvia un’esperienza di co-produzione con il Teatro Goldoni, che potrebbe diventare il primo episodio di una nuova stagione di collaborazione tra due tra le più importanti istituzioni culturali della città.

“Noi siamo non solo lieti ma anche orgogliosi di questa collaborazione produttiva con il Goldoni - afferma Stefano Guidi, direttore del Mascagni - perché questa è la prima volta che il Mascagni, che pure ha al suo attivo alcune esperienze di teatro musicale, è impegnato in una produzione in sinergia con il teatro della città; e anche perché questa è certamente una delle prime e pochissime esperienze che vedono un Conservatorio produrre insieme con un Teatro”. 
“Inoltre - sottolinea il maestro Guidi - questa iniziativa segna un obiettivo ulteriore di quella politica di stretta collaborazione tra le istituzioni culturali musicali della città e dell’intera Toscana che il Mascagni persegue con costanza”.


   
Copyright 2010 © Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni